Montappone: Il Mondo Incantato dei Cappelli di Paglia Marchigiani

Nel cuore delle colline della provincia di Fermo, tra le strette viuzze di Montappone, una località che sembra sospesa nel tempo, si cela un mestiere antico che ha dato vita a vere opere d’arte: quello del cappellaio. Qui, il cappello di paglia va oltre la sua funzione di accessorio di abbigliamento e si trasforma in una creazione artistica che incanta i visitatori di tutto il mondo. Montappone, insieme ai distretti vicini di Massa Fermana, Monte Vidon Corrado e Falerone, è rinomato come un centro di produzione di cappelli di fama internazionale.

La Tradizione: Un’Arte Che Affonda le Radici nella Storia

Le colline fermane, con la loro morfologia unica, hanno da sempre favorito la coltivazione del grano, una risorsa cruciale per l’economia e la sopravvivenza degli agricoltori locali sin dal Settecento. Questo prezioso cereale non veniva utilizzato solo per il cibo, ma anche per una vasta gamma di altre necessità. Durante l’inverno, quando i lavori agricoli all’aperto erano limitati, la paglia veniva intrecciata e cucita per ottimizzare il tempo e le risorse. Da questa pratica nacque l’arte della creazione di cappelli, un mestiere che continua a impiegare tecniche antiche, tramandate di generazione in generazione, e che ha portato Montappone a diventare il primo centro italiano a industrializzare la produzione di cappelli di paglia. Nel 1994, è stato istituito il consorzio CAPPELDOC, composto da imprenditori locali, che promuove e valorizza la produzione, garantendo la qualità e il rispetto delle tradizioni.

Le Caratteristiche: La Magia dietro i Cappelli Marchigiani

La materia prima per questi celebri cappelli marchigiani viene raccolta durante la stagione calda, soprattutto durante la mietitura. Per ottenere la tipica colorazione biancastra, la paglia viene esposta al sole in fasci. Prima di iniziare l’intreccio, la paglia viene bagnata per evitare che si spezzi durante la lavorazione. L’intreccio vero e proprio viene eseguito con quattro, sette o tredici fili di paglia. Ogni dettaglio viene curato con precisione, e il cappello passa attraverso varie fasi di lucidatura, lisciatura e pressatura.

Il Territorio: Un Viaggio nella Storia dei Cappelli di Paglia

Per immergersi completamente nella storia della creazione di questi pregiati cappelli locali, vi invitiamo a visitare il Museo del Cappello di Montappone, situato in Piazza Roma. Qui, potrete ammirare materiali d’epoca, manufatti, antichi macchinari, proiezioni, fotografie e pannelli illustrativi che vi guideranno attraverso tutte le fasi della lavorazione della paglia. Il museo custodisce anche una ricca collezione di cappelli storici, tra cui modelli da cerimonia, cilindri, pagliette, fez, feluche e molto altro. Un vero gioiello della collezione è il cappello preferito di Federico Fellini, donato dalla sua famiglia al museo.

Montappone è molto più di una pittoresca cittadina sulle colline marchigiane; è un luogo dove la tradizione artigianale si fonde con la bellezza della natura circostante. E quando mettete piede in questo incantevole angolo d’Italia, è difficile non farsi catturare dalla magia dei cappelli di paglia, veri capolavori che raccontano una storia lunga e affascinante.

Solverwp- WordPress Theme and Plugin